Comitato degli italiani all'estero
Circoscrizione consolare di Colonia

Pfälzer Str. 17, 50677 Köln |  0221 9320380
Lunedì 17 - 20 Martedì 16 - 19

"Per tutelare e promuovere la comunità italiana"

Sono presenti: BARTOLOTTA Giuseppe, COCCO Walter, DEL FAVERO Simonetta, MESSUTI Giuseppe, MILANESE Maria Chiara, MOTTA Antonino, PACIFICO Gino, PEDIGLIERI Giorgio, SORRENTINO Francesca, STORTONI Luciana, TONETTA Paola, VALLECOCCIA Silvio;

Assenti giustificati: BENATI Rosella, CHIANCHIANA Crocetta, CONTU Luisa, LAUDANI Giuseppe, PATERNÒ Pietro;

Assenti ingiustificati: DE BELLIS Teresa

Per l’amministrazione: il Console Generale Pierluigi Ferraro

Ordine del giorno:

1. Verbale

1.1. Approvazione del verbale del 01.12.2017.

2. Delibere

2.1Approvazione del Bilancio Consuntivo 2017 e nomina dei revisori dei conti

3. Informazioni

3.1 Intervento del Console Generale riguardo agli obbiettivi e le priorità nel periodo del suo mandato

3.2 Relazione dalle Commissioni

4.Interpellanze

4.1. Proposta di invio di auguri ai connazionali da parte del Consolato in occasioni di particolari ricorrenze.

4.2 Proposta di comunicazione tra concittadini e membri Com.It.Es. al termine delle assemblee

4.3 proposta ampliamento indirizzi mail del Com.It.Es

4.4 Richiesta di contributo per il concorso “Lingua è cultura”

4.5 Serata informativa a Bonn – tema: “Elezioni”

4.6 Conferenza a Düsseldorf “Quo vadis Italia”

4.7 Proposta per l’organizzazione di un incontro coi candidati nella circoscrizione estera.

5. Varie ed eventuali

5.1 Creazione di un fondo cassa “generi alimentari” per la riunione Com.It.Es.

5.2 Riguardo alla richiesta di finanziamento per il Cap. 3153

5.3 Riunione dei genitori a Colonia

5.4 Casette di sicurezza all’ingresso del Consolato

5.5 Quaderni francofortesi

Il Presidente apre la riunione alle ore 18:10.

1.1. Approvazione del verbale del 01.12.2017.

Il verbale viene approvato all’ unanimità.

2. Delibere

2.1. Approvazione del Bilancio Consuntivo 2017 e nomina dei revisori dei conti.

La somma delle spese relative a posta e telefono viene corretta: 1.037,91

La somma delle spese relative ai viaggi di membri del Com.It.Es. viene corretta 1.037,60

Il Bilancio Consuntivo viene approvato con tali modifiche all’unanimità.

Vengono nominati i revisori dei conti: Antonella Simone Turco e Daniela Ricciardi (per il Com.It.Es.), Dott. Luigi Giovinazzi (per il Consolato).

3. Informazioni

3.1 Intervento del Console Generale riguardo agli obbiettivi e le priorità nel periodo del suo mandato.

Il Console Generale Pierluigi Ferraro spiega che gli obbiettivi sono 2.

Primo obiettivo, l’integrazione: l’integrazione degli italiani residenti in Germania da anni è scarsa, i progressi fatti dagli anni ’80-’90 sono limitati, a questi si aggiunge l’immigrazione recente data la continua mobilità dei connazionali. In realtà i punti comuni tra italiani e tedeschi sono molti per cui il sentirsi stranieri in Germania può e deve essere corretto. Necessario un nuovo approccio, più positivo rispetto al tradizionale approccio nostalgico. Elemento centrale dell’integrazione è la conoscenza della lingua tedesca, per questo è necessario ampliare l’offerta dei corsi di lingua ed anche premere per la doppia cittadinanza. In questa direzione sono state già adottate diverse iniziative: incontri con la Caritas di Colonia, previsione di un appuntamento con il Ministro della famiglia e dell’integrazione del NRW (importante perché tendenzialmente le autorità tedesche danno gli italiani per integrati, non dedicano loro molta attenzione in quanto attualmente impegnati con l’immigrazione extraeuropea, e non subiscono pressioni dalla comunità italiana), riunioni con dei genitori di bambini in età scolare ai quali viene comunque rimandata l’iniziativa per azioni sulla scuola, una riunione con i corrispondenti consolari per dar vita a nuove iniziative.

Secondo obiettivo: la modernità. E ‘importante far conoscere in Germania l’Italia del presente attraverso iniziative che riflettono l’Italia di oggi, innanzitutto la produzione artistica: già in dicembre hanno avuto luogo dei concerti del repertorio moderno e contemporaneo, altri sono in programmazione (Paolo Fresu, Stefano Bollani), assieme ad una mostra di quadri di Dario Fo. Per le celebrazioni del 4 novembre a 100 anni dalla fine della grande guerra è prevista una giornata dedicata alla pace con un concerto dedicato a Fabrizio de André ed una mostra i cui protagonisti saranno i migranti in Italia attraverso i disegni dei lavavetri extracomunitari. Attenzione anche alla tecnologia italiana: previsto per maggio uno start-up day presso l’università di Bonn con la partecipazione di quattro start-up dell’ambito della ricerca farmaceutica provenienti dall’Italia.

Alla relazione del Console Generale seguono interventi dei membri del Com.It.Es. presenti e si apre una discussione che si concentra sull’integrazione linguistica e sulla doppia cittadinanza:

Bartolotta: difficoltà degli italiani nel fare lobby (la divisione del mondo italiano confermata anche da Messuti e Pacifico) e scarsa-nulla rappresentanza nelle istituzioni e nei partiti tedeschi. Il Com.It.Es è attivo ma sconta la sua scarsa rappresentatività. Condiviso l’approccio programmatico e l’accento sulla modernità.

Motta, Vallecoccia, Del Favero pongono l’accento sull’importanza della conoscenza dell’italiano e del tedesco, sulla conoscenza della propria lingua di origine come presupposto per un consapevole apprendimento del tedesco, sull’esperienza positiva delle scuole elementari bilingue di Colonia. Ulteriori interventi necessitano di dati statistici attendibili sulla scolarità dei bambini italiani in Germania (Milanese) che il Consolato ha già iniziato a raccogliere (Ferraro). Si sottolineano da più parti gli scarsi rendimenti scolastici (Messuti, Pacifico, Stortoni, Tonetta), la scarsa rappresentanza dei ragazzi italiani nei ginnasi e la sovra rappresentanza nelle Realschule e nelle Hauptschule ed ancora nelle Förderschulen (Pacifico). Stortoni: la situazione più drammatica rimane quella degli adolescenti, soprattutto nella fascia dai 14 ai 18 anni, senza istruzione si riducono a manovalanza pagata a nero della ristorazione italiana. Per gli adulti si rileva la scarsa disponibilità di molti italiani a frequentare i corsi di lingua (Messuti). La difficoltà della conoscenza di più lingue viene discussa da Tonetta anche per l’arretratezza culturale di molte famiglie non in grado di sostenere i figli sul cammino del bilinguismo: propone di indirizzare maggiormente le attività dell’Istituto di Cultura verso i connazionali. Sorrentino richiama la necessità di stabilire contatti con gli Integrationszentren, di cui spiega le funzioni, e suggerisce di aprire uno sportello di accoglienza in Consolato per i nuovi arrivati. Si sviluppa una discussione sulle possibili modalità di contatto con gli Integrationszentren: persona di contatto del Com.It.Es. (Sorrentino), attraverso il Consolato (Bartolotta), facendo pressione politica per inserire persone di origine italiana all’interno degli Integrationszentren (Ferraro). Al termine il Console Ferraro ribadisce l’importanza di una azione focalizzata su interventi precisi.

Vallecoccia presenta il volantino sulla doppia cittadinanza finanziato dal Com.It.Es di Colonia anche per gli altri Com.It.Es presenti in Germania.Tonetta interviene sull’impostazione del volantino criticandone la scarsa concretezza e la veridicità di alcune informazioni (ad es. il punto sull’accesso lavorativo nella pubblica amministrazione) e sullo scarso interesse degli italiani a conseguire la doppia cittadinanza (dovuto in parte anche al fatto che molti non soddisfano i requisiti richiesti, ad es. sufficiente conoscenza linguistica del tedesco livello B1, mantenimento familiari a carico, fedina penale, ecc.), dato che simili campagne di sensibilizzazione alla naturalizzazione, in passato più volte già sostenute finanziariamente dal Com.It.Es., hanno sortito a sua opinione risultati non soddisfacenti. Alla richiesta di Tonetta di quanti membri presenti nell’assemblea plenaria fossero naturalizzati tedeschi, confermano solo in tre (Tonetta, Pacifico, Vallecoccia). Messuti e Pacifico ribadiscono l’importanza della doppia cittadinanza e della campagna di informazione.

3.2 Relazione dalle Commissioni

Del Favero richiama 2 preventivi di circa 100 euro ciascuno per realizzare l’angolo dei bambini nella sala d’attesa del Consolato. Il Console propone a Del Favero un incontro in Consolato per parlarne.

Sorrentino ha mandato una mail al centro anziani di Ehrenfeld, di cui espone le caratteristiche e le possibilità per una clientela italiana, per avere un incontro ed il Console propone di accompagnarla.

Del Favero dice che il tema anziani è stato discusso anche dall’Intercomites in relazione ai molti infermieri tra gli italiani di recente immigrazione e all’eventualità, in discussione con l’Ambasciata, di farne una mappatura.

Il Presidente Vallecoccia propone una nuova struttura per la sala di attesa del Consolato, per esempio l’installazione di un televisore ed il Console si dice disposto a parlarne anche con Pacifico e del Favero (proposta di appuntamento). Si riprende la proposta venuta da Pugliese per un questionario sulla qualità dei servizi da distribuire in sala d’attesa.

Seguono alcune informazioni del Console sul funzionamento del Consolato: l’interno di telefono “23”, servizio di informazioni, adesso attivo solo nel pomeriggio e non è più in evidenza sul sito del Consolato. Difficoltà attuali per la perdita di 2 posti in organico e per l’urgenza delle imminenti elezioni. In fase di valutazione l’ipotesi di coinvolgere i corrispondenti consolari nelle prenotazioni on line e ricerca di soluzioni alternative per quanti hanno problemi con i computer.

Informazione da Vallecoccia: ricevuti 2.500 euro per il volantino sulla doppia cittadinanza. Spesi 500 per il Layout e 2.000 verranno spesi per la stampa.

4. Interpellanze

4.1. Proposta di invio di auguri ai connazionali da parte del Consolato in occasioni di particolari ricorrenze.

Riguardo alla proposta riguardo all’invio di auguri ai connazionali da parte del Consolato in occasioni di particolari ricorrenze su iniziativa del Cav. Pugliese, il Console favorevole a patto che tali occasioni vengano segnalate al Consolato che non è in grado di occuparsene.

4.2 Proposta di comunicazione tra concittadini e membri Com.It.Es. al termine delle assemblee.

La proposta viene approvata all’unanimità nella dedica di 3 minuti per ogni intervento al termine delle riunioni.

4.3 Proposta ampliamento indirizzi mail del Com.It.Es.

Vallcoccia: proposta di creare nuovi indirizzi mail del Com.It.Es. per rispondere a questioni specifiche:

Scuola – Stortoni (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Sociale – Sorrentino (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Primi arrivi –Del Favero (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Lavoro – Bartolotta (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

La proposta viene approvata all’unanimità.

4.4 Richiesta di contributo per il concorso “Lingua è cultura”

Richiesta del Forum Accademico per un contributo di 200 euro per materiale didattico, da destinare ai partecipanti al concorso “Lingua è cultura”:

Viene approvata all’unanimità.

4.5 Serata informativa a Bonn – tema: “Elezioni”

Serata informativa del 18 febbraio alle ore 16:00 a Bonn organizzata da Milanese. Incontro per invitare gli italiani a votare a cui parteciperanno tra l’altro alcuni suoi ex alunni laureati in giurisprudenza in grado di spiegare le modalità di votazione.

Sorrentino lascia la riunione alle ore 20:30

4.6 Conferenza a Düsseldorf “Quo vadis Italia”

Il Com.It.Es è invitato dalla Friedrich Ebert Stiftung il 20 febbraio presso la deutsch –italienische Gesellschaft Dante Alighieri (Düsseldorf) all’incontro dal titolo “Quo Vadis Italia” su temi elettorali.

4.7 Proposta per l’organizzazione di un incontro coi candidati nella circoscrizione estera.

Si illustra la proposta di Benati sull’organizzazione di un incontro con i candidati alle elezioni. I tempi vengono considerati però troppo limitati per realizzare tale iniziativa.

5. Varie ed eventuali

5.1 Creazione di un fondo cassa “generi alimentari” per la riunione Com.It.Es.

Si propone di versare 5 euro a persona. La proposta viene approvata all’unanimità.

5.2 Riguardo alla richiesta di finanziamento per il Cap. 3153 per il 2018

Vallecoccia presenta lalettera di Gianni Farruggia circa le difficoltà della DIG e.V. di Remscheid nell’avvio dei corsi di sostegno a fronte del mancato ricevimento dei fondi dal Ministero. Console: la ripartizione dei fondi è attualmente in fase di proposta da parte dell’Ambasciata di Berlino. Allo stato attuale non è possibile sapere quando avverranno i trasferimenti ed il Consolato non è disposto a dare una fideiussione. Il Console ha ricordato per iscritto a Farruggia che si tratta di un contributo e non di un finanziamento e come tale comporta dei fondi propri, ha suggerito alla DIG di chiedere eventualmente in banca una linea di credito.

5.3 Riunione dei genitori a Colonia.

Stortoni illustra brevemente gli sviluppi dell’iniziativa congiunta tra Com.It.Es. e Consolato di convocare i genitori presenti nel territorio del comune di Colonia per cercare di dare inizio ad un’associazione che si occupi di svolgere lavoro di Lobby per le alunne e gli alunni italiani, anche con lo scopo di favorire il bilinguismo nella scuola dell’obbligo.

5.4 Casette di sicurezza all’ingresso del Consolato

Pediglieri: le cassette di sicurezza dinanzi al Consolato sono poche e sempre occupate. Il Console provvederà in merito.

5.5 Quaderni francofortesi

Vallecoccia illustra un’iniziativa del Consolato di Francoforte: è stata realizzata e pubblicata, nella collana “quaderni francofortesi”, un’analisi statistica della presenza italiana nella circoscrizione consolare di competenza. Tale iniziativa sarebbe auspicabile anche nella nostra circoscrizione consolare.

La prossima riunione del Com.It.Es. viene fissata per venerdì 22 giugno alle ore 18:00.

Il Presidente chiude la riunione alle ore 21:00.

 

Intervento dei cittadini presenti al termine della riunione.

Cav. Pugliese: ha distribuito un comunicato di informazione sul divorzio breve; segnala lo stallo relativo alla realizzazione dell’angolo dei bambini in consolato, il Console lo invita a partecipare alla riunione in Consolato sul tema.

La segretaria
Antonietta De Francesco

 

 

Dichiarazione a verbale sul tema “Doppia cittadinanza” – Presidente Silvio Vallecoccia

L’attuale campagna informativa “doppia cittadinanza” si ripropone, come in altre campagne del passato promosse da vari Com.It.Es. in collaborazione coi Länder tedeschi, di presentare in maniera chiara, trasparente e veritiera, le possibilità legate all’acquisizione della cittadinanza tedesca in combinazione col mantenimento della cittadinanza italiana. Attraverso volantini e presenze mediatiche il Com.It.Es. di Colonia – di comune accordo e in sintonia di azione con gli altri Com.It.Es. in Germania – si ripropone di attirare l’interesse della cittadinanza italiana residente all’estero su tale tema, presentandone i vantaggi e spiegandone le procedure di acquisizione. I risultati raggiunti dalle precedenti compagne sono considerevoli ed incoraggiano a proseguire l’azione in tale ambito. La doppia cittadinanza è vista anche come opportunità per incentivare l’integrazione e le possibilità di appartenenza all’Europa dei cittadini degli stati membri.

­
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok