Comitato degli italiani all'estero
Circoscrizione consolare di Colonia

Pfälzer Str. 17, 50677 Köln |  0221 9320380
Lunedì 17 - 20 Martedì 16 - 19

#PER TUTELARE E PROMUOVERE LA COMUNITÀ ITALIANA#

  • DiashowBase

    DiashowBase

  • Diashow2

    Diashow2

  • Diashow1 Kopie

    Diashow1 Kopie

  • Diashow3

    Diashow3

  • DiashowBase5

    DiashowBase5

  • Diashow5

    Diashow5

  • Diashow6

    Diashow6

  • Diashow7

    Diashow7

  • Diashow11

    Diashow11

  • Diashow12

    Diashow12

  • Bildschirmfoto 2021-01-20 um 16.51.28

    Bildschirmfoto 2021-01-20 um 16.51.28

Verbale della riunione del 10 dicembre 2018

Sono presenti: BARTOLOTTA Giuseppe, COCCO Walter, De BELLIS Teresa, DEL FAVERO Simonetta, LAUDANI Giuseppe, MESSUTI Giuseppe, MILANESE Maria Chiara, MOTTA Antonino, PACIFICO Gino, PATERNÒ Pietro, PEDIGLIERI Giorgio, SORRENTINO Francesca; STORTONI Luciana, VALLECOCCIA Silvio

Assenti giustificati: BENATI Rosella, CONTU Luisa, STORTONI Luciana, TONETTA Paola

Assenti ingiustificati: CHIANCHIANA Crocetta

Per l’amministrazione: Il Viceconsole BUZZONI Rudy

 

1. Verbale

1.1. Approvazione del verbale del 21.9.2018.

 

2. Informazioni

2.1. Relazione delle Commissioni/CGIE

2.2. Intervento del Presidente della “D.I.G. e.V.” di Remscheid: difficoltà e obbiettivi raggiunti riguardo al finanziamento ricevuto sul cap.3153 nell’anno 2018 

 

3. Interpellanze

3.1 Proposta per una struttura che possa ospitare lo scambio di libri in italiano presso l’Istituto di cultura italiana a Colonia.

 

4. Varie ed eventuali

 

Il Presidente apre la riunione alle ore 19:18.

 

1.1. Approvazione del verbale del 21.09.2018.

Dopo aver apportato le modifiche indicate da De Bellis, Tonetta (presentate a mezzo Mail) e dal Viceconsole Buzzoni, il verbale viene approvato con il seguente voto.

Favorevoli :12

Astenuto:1

Non viene accolta la proposta presentata da Paternò di rispedire a tutti membri la stampa del verbale appena approvato con le modifiche. Il verbale approvato è disponibile sul sito internet e affisso in bacheca al consolato.

 

2. Informazioni

2.1. Relazione dalle Commissioni/CGIE

Sorrentino informa che il nuovo volantino previsto per presentare alcuni aspetti dell’assistenza agli anziani in Germania è ultimato e verrà pubblicato (si prevede la stampa di 1.000 e la pubblicazione online sul sito e sui canali social). Viene pubblicato col logo del Com.It.Es. e del Caritas.

De Bellis propone di spedirli anche al Bezirkrathaus di Ehrenfeld.

Milanese sottolinea l’importanza della presenza del Com.It.Es. nei vari gruppi Facebook di italiani residenti in Germania e chiede se tale presenza si possa intensificare. Il Presidente, De Bellis e Bartolotta sottolineano come tale attività sia compito di ogni rappresentante Com.It.Es.: le informazioni vengono pubblicate sul sito internet e sulla pagina Facebook del Com.It.Es. Su tale base i rappresentanti possono diffondere le notizie nella loro rete di contatti.

Messuti sottolinea come tale prassi sia da lui seguita, specialmente nella regione di Aachen.

 

Il Presidente chiede all’Amministrazione alcune delucidazioni sulla mancata assegnazione dei contributi integrativi presentati per l’anno 2018 e sulle decurtazioni sul capitolo di spesa 3106 (ridotto a 850€) per l’anno in corso. Il Com.It.Es. di Colonia è l'unico Com.It.Es. in Germania a non aver ricevuto alcun finanziamento integrativo per i tre progetti (stampa della costituzione italiana in occasione del 70° anniversario, realizzazione della guida ai primi passi per imprenditori e della guida ai primi passi per la terza età) presentati in accordo con gli altri Com.It.Es. della Germania entro i termini previsti, ovverossia entro il 31 luglio 2018. Inoltre, il Com.It.Es. di Colonia è l'unico ad aver subito una decurtazione sul capitolo di spesa 3106. Si tratta di un’evidente disparità rispetto agli altri Com.It.Es.

Il Viceconsole Buzzoni evidenzia come la decurtazione sul capitolo di spesa 3106 sia legata ai ritardi sulla tempistica con cui è stato stanziato il contributo MAE previsto per il 2018 al Com.It.Es. di Colonia. Per quel che riguarda il mancato stanziamento di finanziamenti integrativi per i progetti presentati, si è trattato di una disfunzione tra segretaria e contabilità del consolato di cui il Viceconsole ne assume la piena responsabilità e di cui chiede scusa.

Del Favero sottolinea come tale situazione sia un fatto grave e un danno per il Com.It.Es., causato dal Consolato di Colonia. Si registrano diversi episodi al riguardo. Il Viceconsole Buzzoni ribadisce che la situazione che si è verificata mette anche lui a disagio. Esclude assolutamente una forma di boicottaggio del Com.It.Es. da parte del Consolato ed evidenzia come la situazione del personale sia particolarmente grave: due persone hanno cessato il loro servizio (una per pensionamento, l’altra per fine missione estera) ed è stata bocciata la richiesta del Consolato di indire un concorso per contrattisti. Inoltre, un caso di prolungata malattia e alcuni limiti personali di un dipendente – che può svolgere solo un numero ridotto di incarichi – riduco ulteriormente la forza lavoro a disposizione.

Sorrentino, Laudani, Pacifico e il Presidente evidenziano la gravità di tale situazione e la necessità di porvi rimedio.

Il Viceconsole riporta che l’Ambasciata si sta già muovendo al riguardo e che si aspettano riscontri.

Del Favero riporta come l’Ambasciata stessa chieda aiuto ai rappresentati dei cittadini per fare pressione presso il MAE. Diversi sono i Consolati in difficoltà.

Il Viceconsole riporta come il nuovo Concorso indetto in Italia per il servizio all’estero coprirà delle fasce giuridiche ed economiche che non riguarderanno il Consolato di Colonia. Vi è inoltre differenza di stipendi tra assunti a legge italiana e a contratto locale.

 

Il Presidente chiede all’Amministrazione se vi sono novità riguardo alla realizzazione dell’angolo per i bambini nella sala d’attesa in Consolato, alla realizzazione di un sistema per facilitare l’acceso di persone con disabilità motorie, alla questione legata al centralino telefonico e la difficoltà a raggiungere telefonicamente i dipendenti del Consolato.

Il Viceconsole comunica che l’angolo per bambini sarà realizzato al più presto, anche grazie al contributo del Sig. Pediglieri, che ringrazia pubblicamente A tali ringraziamenti si aggiungono anche quelli del Com.It.Es. Sono state inoltre avviate le pratiche presso la città di Colonia per realizzare la struttura per facilitare l’acceso di persone con disabilità motorie. Per la realizzazione di un circuito video in sala d’attesa bisogna aspettare nuove proposte, poiché quella attuale si è rivelato essere una truffa.

De Bellis segnala la sua disponibilità per aiutare nello svolgimento delle pratiche presso la città di Colonia.

 

Si sospende temporaneamente lo svolgimento di questo punto all’ordine del giorno per permettere l’intervento del Sig. Farruggia.

 

2.2 Intervento del Presidente della “D.I.G. e.V.” di Remscheid: difficoltà e obbiettivi raggiunti riguardo al finanziamento ricevuto sul cap.3153 nell’anno 2018 

Il Presidente introduce l’argomento e ringrazia Farruggia – presidente della D.I.G. e.V. – per essere intervenuto. Farruggia espone le difficoltà avute dalla D.I.G. e.V. nella procedura di riconoscimento come nuovo Ente gestore da parte del Ministero, avvenuto solo a Settembre 2018 dopo un lungo lavoro in accordo con Dirigente Scolastico. Attualmente si è riusciti a far partire 39 corsi in 18 città della circoscrizione consolare, per un numero totale di 150 alunni. Si sta cercando di intensificare la collaborazione con le scuole, inserendo dei corsi di sostegno curricolari e riducendo i corsi pomeridiani non inseriti nelle scuole. Un terzo dei corsi si svolge attualmente a Colonia. 

L’Ente gestore ed i corsi vengono pubblicizzati attraverso un sito internet, dove si trovano anche tutte le prime informazioni necessarie (www.dig-remscheid.de). Le famiglie raggiungo l’Associazione anche attraverso i Social Media. L’associazione viene anche sostenuta dal Nord Reno Vestfalia attraverso il progetto KOMM AN. Alle famiglie viene richiesto un piccolo contributo economico che varia dai 10 € al mese ad un massimo di 5 € l’ora a seconda del tipo di corso (curricolare o pomeridiano) e dalla disponibilità economica del nucleo famigliare.

Paternò esprime critiche riguardo all’Amministrazione per la procedura di passaggio al nuovo Ente gestore e propone a Farruggia di concentrare l’azione sulle classi bilingue.

Farruggia è d’accordo con l’idea. Inoltre, segnala la necessità di avere un supporto nella città di Colonia (ufficio/filiale/un altro Ente gestore?). La sua attività di presidente dell’associazioni è di puro volontariato.

Paternò ricorda di aver offerta all’allora Console Lolli la collaborazione per creare un’associazione a Colonia che potesse anche assumere la funzione di Ente gestore, ricevendo solo risposte negative. La centralità di Colonia è importante e vi sarebbero state possibilità di intervento nel passaggio della fondazione alla Bilingo Campus (nel 2016).

Il Viceconsole Buzzoni ricorda come allora la situazione fosse più complessa rispetto ad ora. Il direttore scolastico della Bilingo Campus Shell legò la questione dell’Ente gestore in qualche modo anche alla chiusura dell’Italo Svevo. L’allora Console Lolli cerò una soluzione per permettere di terminare la maturità a tutti i ragazzi iscritti alla scuola. Shell però non rispetto gli accordi.

Farruggia ringrazia i rappresentati Com.It.Es. per l’attenzione e comunica la volontà di realizzare in collaborazione col Com.It.Es. una serata informativa a Remscheid.

 

Ripresa del 2.1. Relazione dalle Commissioni/CGIE

Del Favero riporta della visita dei rappresentanti CGIE presso la città di Matera, che sarà nominata capitale della cultura europea per il 2019. In tale occasione sono stati affrontati alcuni argomenti quali la riforma del voto per i cittadini italiani residenti all’estero, la quota di rappresentanti alla camera e al senato assegnata ai cittadini italiani residenti all’estero, il progetto “donne in emigrazione”, la conferenza dei giovani italiani nel mondo (Aprile 2019 a Palermo), ed un progetto legato ai cittadini italiani residenti in Venezuela, per aiutarli nella grave crisi che ha colpito il paese in cui risiedono. A tal proposito è partita una raccolta di fondi a livello mondiale, coordinata dal Caritas. Riguardo ai primi due argomenti, Del Favero evidenzia di come sia prevista dall’attuale maggioranza una riforma per ridurre il numero di parlamentari (senato e camera) assegnata ai cittadini residenti all’estero.

Il Viceconsole Buzzoni ritiene tali ipotesi alquanto remota, in quanto comporta un cambiamento della costituzione.

Sorrentino e Motta lasciano l’Assemblea alle ore 20:40.

 

3. Interpellanze

3.1 Proposta per una struttura che possa ospitare lo scambio di libri in italiano presso l’Istituto di cultura italiana a Colonia.

Milanese illustra brevemente lo svolgimento della festa del libro per bambini ed adolescenti (10 novembre 2018), organizzata in collaborazione con l’Istituto di Cultura. Hanno preso parte all’evento circa 235 persone di cui 95 erano bambini e ragazzi e 9 case editrici (6 hanno mandato i libri, 3 esponevano direttamente in luogo). Vi è stata grande soddisfanzione tra i partecipanti e gli organizzatori tanto che si pensa di organizzarla ogni anno.

In tale contesto è nata l’idea di installare di fronte o dentro l’Istituto di cultura una cabina per incentivare lo scambio dei libri in lingua italiana.

De Bellis ricorda che una tale cabina non può essere installata su un marciapiede e che per la realizzazione vi sono dei costi. Di può prendere contatto con la “Bezirkvertretung” di Lindenthal. Difficilmente il Com.It.Es. potrà partecipare al finanziamento di tale progetto (a causa della normativa legata alla legge di bilancio Com.It.Es.). Si potrà chiedere comunque una verifica al Ministero, quando verrà presentato un preventivo per il progetto. Bisogna comunque per prima cosa coinvolgere la Direttrice dell’IIC Dott.ssa Maria Mazza nell’elaborazione di tale idea.

Del Favero ringrazia Milanese e Tonetta per la buona riuscita della festa del libro. A tale ringraziamento si aggiungono gli altri rappresentanti Com.It.Es.

 

4. Varie ed eventuali

Paternò chiede delle delucidazioni sul progetto del mediatore culturale. Il Presidente rimanda al Verbale del 22 giugno 2018 per la questione. Il Viceconsole Buzzoni riporta che attualmente non vi è l’autorizzazione dal Ministero per tale progetto.

Inoltre, Paternò ricorda che, per favorire la continuità del lavoro degli Enti gestori, in attesa dell’arrivo del finanziamento accordato dal Ministero, il Consolato può emettere una dichiarazione da presentare alla banca in cui menziona la cifra che è stata destinata come contributo dallo Stato italiano. Il Viceconsole conferma tale possibilità e da la sua disponibilità all’emissione di tale documento se verrà richiesto.

 

Il Presidente comunica che a causa di cambiamenti a livello familiare e professionale, vi è stata una forte diminuzione di tempo a disposizione per svolgere l’incarico di volontariato della Presidenza del Com.It.Es.. Per tali motivi ha maturato la decisione di presentare le dimissioni nella prossima Assemblea. Rimarrà comunque membro dell’Assemblea. Ringrazia in particolare tutti i rappresentanti che lo hanno sostenuto durante questi anni con la loro competenza, disponibilità ed impegno. È stato un onore poter rappresentare le cittadine ed i cittadini italiani in tale funzione.

L’Assemblea avrà il compito di votare nella prossima assemblea la nuova Presidenza.

 

La prossima assemblea viene fissata per lunedì 4 febbraio alle ore 19:00.

 

Il Presidente chiude la riunione alle ore 21:00.

 

La segretaria

Antonietta De Francesco

­

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.