Comitato degli italiani all'estero
Circoscrizione consolare di Colonia

Pfälzer Str. 17, 50677 Köln |  0221 9320380
Lunedì 17 - 20 Martedì 16 - 19

"Per tutelare e promuovere la comunità italiana"

Sono presenti: BARTOLOTTA Giuseppe, BENATI Rosella, CONTU Luisa, DEL FAVERO Simonetta, LAUDANI Giuseppe, MESSUTI Giuseppe, PACIFICO Gino, PATERNÒ Pietro, PEDIGLIERI Giorgio, SORRENTINO Francesca, TONETTA Paola, VALLECOCCIA Silvio;

Assenti giustificati: CHIANCHIANA Crocetta, COCCO Walter, DE BELLIS Teresa, MILANESE Maria Chiara, MOTTA Antonino, STORTONI Luciana,

Per l’amministrazione: il Console Generale Pierluigi Ferrero

1. Verbale

1.1. Approvazione del verbale del 09.10.2017.

2. Delibere

3. Informazioni

3.1 Dialogo di conoscenza col nuovo Console Generale Dott. Pierluigi Ferraro. Si prevede di mettere a disposizione 3 minuti per ogni membro Com.It.Es. che ritenga opportuno fare un intervento personale

3.2 Intercomites e C.G.I.E

3.3 Incontro con le famiglie organizzato in Consolato del 28.11.2017

3.4 Riguardo alle richieste di finanziamento integrativo, cap.3103, per l’anno 2017

4.Interpellanze

4.1. Data e orario prossima Assemblea;

5. Varie ed eventuali

 

Il Presidente apre la riunione alle ore 18:10.

1.1. Approvazione del verbale del 9.12.2016.

Il verbale, integrato delle modifiche inviate per Mail da Milanese, viene approvato con:

11 voti favorevoli

1 voto astenuto

2. Delibere

Non sono previste delibere all’ordine del giorno

3. Informazioni

3.1 Dialogo di conoscenza col nuovo Console Generale, Dott. Pierluigi Ferraro. Si prevede di mettere a disposizione 3 minuti per ogni membro Com.It.Es. che ritenga opportuno fare un intervento personale

ll Console Generale Ferraro si presenta brevemente. È da circa tre mesi a Colonia. Dopo una prima fase di orientamento e di ascolto intende fissare degli obbiettivi e delle priorità da perseguire durante il suo servizio nella circoscrizione consolare di Colonia. Gli obbiettivi saranno anche una modalità per stabilire la gestione delle risorse umane e finanziare a disposizione. Il Console manifesta il suo desiderio di fare massa, gruppo, di coinvolgere la cittadinanza, di creare unità e di agire insieme. A sua opinione bisogna evitare di lavorare in ordine sparso ma creare un sistema per identificarsi in un progetto chiaro. Promuovere un dialogo franco ed aperto, anche coi membri Com.It.Es.

Pacifico chiede alcuni chiarimenti riguardo a quali siano gli obbietti e le priorità stabilite.

Tonetta richiede, come priorità, di inserire sul sito del consolato informazioni sui corsi di lingua e cultura italiana (HSU/HKU) svolti all’interno della circoscrizione consolare per conto del Land Nord Reno Vestfalia e la promulgazione (Erlass) di tali corsi da parte del Land Nord Reno Vestfalia.

Paternò chiede chiarimenti riguardo alla modalità di stabilire gli obiettivi.

Messuti presenta brevemente la situazione della comunità italiana ad Aquisgrana.

Sorrentino sottolinea l’importanza di interessarsi anche degli anziani italiani presenti nel territorio. Anche Laudani chiede chiarimenti riguardo alla modalità di stabilire gli obiettivi. Saranno possibili modifiche e/o aggiunte?

Pediglieri sottolinea alcune difficoltà nei rapporti tra cittadinanza e Consolato.

Contu evidenzia come nella zona di Moers ci siano delle difficoltà con la frequenza dei corsi di lingua e cultura italiana.

Bartolotta richiede al Console di aprire uno sportello d’informazione per i nuovi arrivati presso il Consolato. Tale richiesta era stata presentata dal Com.It.Es. anche al Console precedente. Da verificare la possibilità di finanziare tale servizio: attraverso il ministero degli esteri? Oppure attraverso dei fondi a progetto proveniente dal Nord Reno Vestfalia, a livello federale e/o europeo? Ricorda a tal proposito come, ad esempio, il progetto NOVIMPRESA fu realizzato in collaborazione col Consolato ed autorità locali per favorire la creazione di piccole imprese italiane nel territorio. Sottolinea anche lui la necessità di rivolgere l’attenzione ai pensionati ed agli anziani. Inoltre, anche lui chiede chiarimenti riguardo alla modalità di stabilire gli obbiettivi. Bisognerebbe stabilire un carnet di iniziative in comune accordo.

Benati si presenta brevemente e manifesta la sua disponibilità ad aiutare il nuovo Console nel dialogo con l’autorità tedesca, in particolare nel settore dell’istruzione. Riporta alcuni temi importanti, quali ad esempio l’apertura di classi bilingue a livello materno ed elementare e la mancanza di un’offerta consistente a livello di scuola superiore. Ringrazia inoltre il Console per aver organizzato l’incontro con le famiglie a fine novembre, allo scopo di far conoscere l’associazione dei genitori per la promozione del ramo scolastico bilingue italo-tedesco di Francoforte “biLiS”. Si spera di poter iniziare una realtà simile a Colonia. Sottolinea inoltre come sia importante collaborare e dialogare con l’autorità locale.

Il Presidente chiede al Console se, riguardo agli obbiettivi generali, ha già delle idee più precise. I membri Com.It.Es. potranno prendere ulteriormente contatto col Console per dare alcuni suggerimenti al riguardo.

Il Console riporta di come riceva di frequente richieste di finanziamenti per progetti. Le risorse umane e finanziarie sono però limitate. Gli anziani, uno sportello unico di informazione per i nuovi arrivi, la scuola, sono tutti temi importanti. Ma bisogna stabilire delle priorità e un parametro, metro di giudizio, per determinare gli obbiettivi da perseguire e quelli da rimandare. Al momento non ha ancora le idee chiare al riguardo. Per ora si tratta di ascoltare. Crede che per gennaio potrà già dare alcune indicazioni più precise.

Tonetta chiede se i parametri per stabilire gli obbiettivi siano già stati fissati.

Il Console ribadisce come in base a questi primi mesi di ascolto stia cercando di capire le esigenze. Non tarderà però a comunicare i parametri per stabilire gli obbiettivi non appena saranno chiari anche a lui.

Messuti sottolinea anche lui la necessità di collaborare con le autorità tedesche. La nuova emigrazione è un’emergenza e bisogna ribadire l’importanza di integrarsi nel tessuto sociale di arrivo, anche con l’apprendimento del tedesco. Bisogna anche essere vigili sull’insorgere di nuove forme di razzismo nei confronti degli italiani in Germania.

Pacifico ribadisce l’importanza di stabilire le priorità anche in base ai suggerimenti del Com.It.Es. Il tema degli anziani, ad esempio, non va tralasciato.

Bartolotta ribadisce l’importanza di come le priorità siano da vedere in relazione alle esigenze della cittadinanza, favorendone la crescita culturale ed economica. Vi sono delle situazioni problematiche evidenti.

Benati sottolinea come il Com.It.Es., in base alle aree di interesse che identificherà il Consolato, nella sua autonomia potrà decidere quali saranno le attività che vorrà sostenere.

Il Console sottolinea di come sia necessario individuare delle attività che favoriscano il bene della cittadinanza nel suo insieme. Inoltre, in quanto rappresentante del Governo italiano, perseguirà anche il bene del Paese che rappresenta. 

Il Presidente ringrazia il Console e i membri Com.It.Es. per gli interventi e si augura di iniziare una proficua collaborazione per il bene comune dei concittadini presenti nel territorio.

3.2 Intercomites e C.G.I.E

Confrontare l’allegato al verbale redatto dalla rappresentante CGIE Del Favero.

3.3 Incontro con le famiglie organizzato in Consolato del 28.11.2017

In data 28 novembre, alle ore 18, sono state convocate attraverso delle lettere circa 1.100 famiglie residenti nella zona del comune di Colonia, con bambini in età scolare compresa tra i 9 e i 14 anni. Scopo dell’incontro era far conoscere l’associazione dei genitori per la promozione del ramo scolastico bilingue italo-tedesco di Francoforte “biLiS”. Il Consolato vuole appoggiare il sorgere di una simile realtà nella circoscrizione consolare di Colonia. Le persone presenti, una trentina in tutto, erano molte interessate. Si vuole partire da un piccolo gruppo di genitori che possa raccogliere attorno a sé altri genitori interessati alla questione.

Paternò apprezza nel suo intervento la volontà di favorire la nascita di un’associazione di genitori. Evidenzia però di come manchi una continuità a livello di amministrazione del Consolato su tale tema. Tale iniziative furono prese anche nel passato e l’amministrazione ha mancato, nei passaggi di gestione, nel trasmettere le esperienze già accumulate.

Il Console sottolinea come la continuità nella gestione sia rara. Ribadisce di voler prendere l’iniziativa e favorire la nascita dell’associazione coi genitori che vorranno dare la loro disponibilità. I genitori stessi saranno i garanti della continuità dell’associazione e dell’iniziativa.

Paternò ribadisce di come sia importante responsabilizzare i genitori e di come vi siano già esperienze positive nel passato al riguardo. Spera inoltre che i programmi dell’istituto di cultura abbiano anche positivo riscontro tra la popolazione italiana locale, incontrandone le esigenze.

Del Favero sottolinea di come sia importante favorire l’apprendimento del tedesco per i nuovi arrivati. Ma sia altrettanto importante imparare la lingua italiana per i figli di famiglie italiane nate in Germania. Il Bilinguismo è un bene per tutta la popolazione locale: rafforza l’identità, facilità l’apprendimento del tedesco e l’integrazione. Una scuola bilingue superiore favorirebbe anche l’inserimento delle ragazze e ragazzi italiani di recente migrazione.

Tonetta chiede chiarimenti riguardo alla riunione coi genitori: fonderanno un’associazione iscritta all’albo delle associazioni in Germania? (Eingetragener Verein)

Il Console ribadisce che la forma verrà stabilita dai genitori che partecipano all’iniziativa.

Tonetta propone inoltre al Console di convocare in Consolato gli insegnanti dei corsi di lingua e cultura italiana del Land Nord Reno Vestfalia (HSU/HKU). Prenderà col Console contatto al riguardo.

Benati sottolinea di come sia importante comunicare al Land Nord Reno Vestfalia questa iniziativa. Gli insegnanti sono dei dipendenti del Land ed è bene che l’autorità consolare informi il datore di lavoro degli insegnanti sulle modalità e gli scopi di tale riunione.

Tonetta chiede alcuni chiarimenti riguardo all’Ente gestore del capitolo di spesa 3153 – corsi di recupero e corsi di lingua e cultura per le figlie ed i figli delle famiglie italiane.

L’Assemblea riporta di come l’Ente Gestore attuale, la BilingoCampus, non abbia in giugno presentato alcuna richiesta. La Deutsch italienische Gesellschaft Remscheid e.V. (D.I.G. Remscheid e.V.) ha presentato la richiesta per la gestione di tale capitolo di spesa. Il Com.It.Es., nella riunione di giugno, ha dato il suo parere favorevole. La richiesta è stata approvata dal Consolato e dal Ministero preposto.

Sorrentino lascia la riunione alle ore 20:00.

3.4 Riguardo alle richieste di finanziamento integrativo, cap.3103, per l’anno 2017

Il Presidente riporta di come le richieste di finanziamento integrativo presentate dal Com.It.Es. di Colonia siano state approvate dall’Amministrazione italiana. I temi dei progetti presentati sono i seguenti: campagna doppia cittadinanza, pagina internet e social media del Com.It.Es., incontri con la cittadinanza nella circoscrizione consolare.

4. Interpellanze

La prossima riunione viene fissata per venerdì 2 febbraio alle ore 18:00.

5. Varie ed eventuali

Il Presidente riporta dell’iniziativa intraprese da Sorrentino. Già durante l'Assemblea Com.It.Es. dello scorso 9 ottobre Sorrentino accennava di come il centro anziani di Ehrenfel, Caritas-Altenzentru, Kardinal-Frings-Haus, abbia pubblicato sulla pagina internet e sul volantino, di avere una collaborazione intensa col Consolato per l'assistenza agli anziani della comunità italiana (cfr. seguente pagina internet: http://caritas.erzbistum-koeln.de/koeln-cv/pflege_senioren/caritas-altenzentren/caritas-altenzentrum_kardinal-frings-haus/pagina_italiano/). Di tale collaborazione sembra però non essere a conoscenza il Consolato. Il Com.It.Es. intende spedire una lettera assieme al Consolato alla casa di riposo in questione per organizzare un incontro e capire quale tipo di servizio possano offrire alla cittadinanza italiana e qual forma di cooperazione concreta sia possibile.

Il Com.It.Es. approva tale iniziativa all’unanimità, previa verifica da parte del Consolato di eventuali accordi preesistenti che al momento non sovvengono.

Il Presidente chiude la riunione alle ore 20:30.

La segretaria

Antonietta De Francesco

 

­
Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
More information Ok