Comitato degli italiani all'estero
Circoscrizione consolare di Colonia

Pfälzer Str. 17, 50677 Köln |  0221 9320380
Lunedì 17 - 20 Martedì 16 - 19

"Per tutelare e promuovere la comunità italiana"

Verbale della riunione del 9 ottobre 2017

Sono presenti: BARTOLOTTA Giuseppe, CHIANCHIANA Crocetta Maria Pia, DEL FAVERO Simonett, LAUDANI Giuseppe, MESSUTI Giuseppe, MILANESE Maria Chiara, PACIFICO Gino, PATERNÒ Pietro, PEDIGLIERI Giorgio, SORRENTINO Francesca, STORTONI Luciana, VALLECOCCIA Silvio;

 

Assenti giustificati: BENATI Rosella, MOTTA Antonino, TONETTA Paola

Assenti ingiustificati: COCCO Walter, CONTU Luisa, DE BELLIS Teresa,

 

Per l’amministrazione: Il Viceconsole Dott. Rudy Buzzoni

 

1. Verbale

1.1. Approvazione del verbale del 26.06.2017

 

2. Delibere

 

3. Informazioni

3.1 Dialogo di conoscenza col nuovo Console Generale Dott. Pierluigi Ferraro Si prevede di mettere a disposizione 3 minuti per ogni membro Com.It.Es che ritenga opportuno fare un intervento personale. 

3.2 Dialogo di conoscenza con la nuova direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura Dott.ssa Maria Mazza (invito inoltrato, si attende risposta). Si prevede di mettere a disposizione 3 minuti per ogni membro Com.It.Es che ritenga opportuno fare un intervento personale.

3.3 Intercomites e C.G.I.E

3.4 Riguardo all’incontro con la cittadinanza a Düsseldorf su tema “il sistema pensionistico” del 21.09.2017.

3.5 Onorificenza “Stella al merito del lavoro 2018 “

4.Interpellanze

4.1. Riguardo alle richieste di finanziamento integrativo, cap.3103, per l’anno 2017;

4.2. Guida alla tassa del culto;

4.3. Data e orario prossima Assemblea

 

5. Varie ed eventuali

 

 

Il Presidente apre la riunione alle ore 19:10.

 

1.1. Approvazione del verbale del 26.06.2017.

Il verbale viene approvato con:

9 voti favorevoli

2 voti astenuti

 

 

 

2. Delibere

A causa del trasloco è stato redatto un nuovo contratto assicurativo per i locali del Com.It.Es. Questo comporta la necessità di modificare la richiesta del bilancio preventivo per il 2018 alla voce riguardante “spese assicurative”. Il nuovo contratto comporta un risparmio di ca. 200 Euro su base annua, passando così da 800 a 600 euro di richiesta. Tale modifica al bilancio preventivo presentato entro il 30 settembre, da inoltrare come integrazione alla documentazione già inviata, viene approvata all’unanimità

 

3. Informazioni

3.1 Dialogo di conoscenza col nuovo Console Generale Dott. Pierluigi Ferraro Si prevede di mettere a disposizione 3 minuti per ogni membro Com.It.Es che ritenga opportuno fare un intervento personale. 

Il Viceconsole Dott. Rudy Buzzoni informa che il Console Generale, a causa di un impegno improrogabile, non può prendere parte alla riunione. Allo stesso tempo richiede se fosse possibile fissare la prossima riunione non di lunedì o di mercoledì per permettere la presenza del Console. In questi due giornate ha infatti impegni di routine che non gli permetterebbero la presenza.

 

3.2 Dialogo di conoscenza con la nuova direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura Dott.ssa Maria Mazza. Si prevede di mettere a disposizione 3 minuti per ogni membro Com.It.Es che ritenga opportuno fare un intervento personale.

La Dott.ssa Maria Mazza si presenta. Ha svolto servizio ad Amburgo, Belgrado e Buenos Aires. Da circa venti anni lavora per il Ministero degli Estero. Laudani arriva alle 19:25.

Inizia il dialogo coi membri Com.It.Es.

Pacifico sottolinea la collaborazione col precedente direttore dell’Istituto di cultura. Inoltra evidenzia come diversi siano i luoghi di cultura italiana all’interno della circoscrizione consolare. Stortoni sottolinea come sia importante tentare di attirare un pubblico giovane all’interno dell’istituto di cultura. Manifestazioni musicali e concorsi di scrittura per bambine/i e ragazze/i sono esempi dove si registra un’ampia partecipazione giovanile.

Laudani evidenzia come sia necessaria una presenza “itinerante” dell’istituto di cultura, magari sostenendo iniziative culturali in più luoghi della circoscrizione consolare. Nella fattispecie propone di organizzare un evento a Solingen e a Remscheid.

Paternó sottolinea come il tentativo di coinvolgere ragazze e ragazzi italiani sia importante. In tal senso è anche da ricercare la collaborazione col mondo della scuola. L’istituto di cultura deve essere un riferimento non solo per i non italiani.

La Dott.ssa Mazza manifesta la sua intenzione di analizzare ed eventualmente sostenere proposte di eventi di qualità e di espressione della cultura italiana.

Del Favero evidenzia la necessità di rivolgersi anche ai bambini. Inoltre, propone di incentivare la collaborazione coi centri interculturali della circoscrizione consolare e di moltiplicare l’offerta nell’ambito cinematografico, ampliando le proposte oltre il “classico” della cultura italiana.

Chianchiana sottolinea come sia necessario realizzare manifestazione a Düsseldorf per raccogliere il bacino di utenza della cittadinanza italiana residente nel nord della circoscrizione consolare.

Messuti evidenzia come la migrazione italiana ad Aachen sia in crescita. Diversi strati sociali e varie regioni sono interessati dal fenomeno. Tali diversità impone vari modi di approcciare la cittadinanza in zona, partendo dai servizi più elementari fino ad arrivare al mondo universitario.

Pediglieri sottolinea l’importanza dell’artigianato italiano nella circoscrizione consolare.

Bartolotta riprende il tema dei giovani e ribadisce la necessità di stimolare le generazioni nate in Germania a cercare un rapporto culturale e di appartenenza con l’Italia. Inoltre, evidenzia come sia necessario incentivare il rapporto con le associazioni italiane del luogo, cercando anche di fare “sistema”.

Chiara Milanese auspica sia che l’Istituto di cultura si apra di più anche alla variegata e culturalmente stimolante comunità italiana presente in loco sia che rafforzi il suo ruolo di promotore della lingua italiana. L’istituto si deve far punto di riferimento per i docenti di italiano sia delle scuole superiori tedesche sia per i docenti dei corsi di lingua e cultura offrendo corsi di formazione e/o incontri con autori italiani espressamentte ideati per le scuole, come avveniva in passato. Inoltre, auspica che la Biblioteca dell’istituto di cultura possa modificare gli orari di apertura per venire incontro all´esigenze dell ´utenza tenendo aperto il sabato mattina o facendo orario continuato.

La Dott.essa Mazza evidenzia la necessità di partecipazione alla LIT Cologne come manifestazione letteraria. Inoltre, ringrazia per i contributi ed invita ad inviare a mezzo mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) dei contributi o proposte entro il 20 ottobre, termine ultime per approntare il programma per il 2018.

 

3.3 Intercomites e C.G.I.E

Pacifico riporta alcuni argomenti trattati nell’ultima assemblea dell’Intercomites. Ad esempio, si è trattato della necessità di uniformare i servizi consolari in Germania. Alcuni consolati erogano servizi solo su appuntamento (telematico); per altri consolati invece non è necessario fissare un appuntamento. A tal proposito il coordinatore dell’Intercomites Conte ha presentato una riflessione basata sulla statistica dei servizi consolari per l’anno 2017. Si sono ridiscussi i criteri per la nomina dei consoli onorari. Si è sottolineata l’importanza di un contributo dei presidenti Com.It.Es. in occasione della Festa della Repubblica italiana (2 giugno) presso i consolati. Si è evidenziato come il capitolo di spesa 3103 abbia subito una diminuzione del 12%. Anche il capitolo di spesa 3153 sarà soggetto a diminuzioni. Si è ribadita la necessità di intensificare i fondi da destinare alla cultura italiana all’estero.

Del Favero, presente alla riunione in quanto membro CGIE, riporta di come si speri, attraverso il decreto legislativo sulla “Buona scuola”, di destinare fondi alla cultura all’Estero. In particolare, si sono sottolineate le difficoltà degli enti gestori generate dal ritardato versamento dei fondi 3153 da parte dell’amministrazione italiana. L’Ambasciata ha evidenziato la necessità di aiutare i giovani italiani emigrati che non rientrando nella scuola dell’obbligo abbiano difficoltà a conseguire la maturità in Germania. In alcune regioni della Germania di studia la possibilità di scuole che possano garantire una “doppia maturità” italiana-tedesca. Tale scelta comporta la realizzazione di un piano di studi che inizi dalle elementari. L’Ambasciata a Berlino evidenzia come sia anche importante, attraverso delle iniziative, premiare gli alunni italiani particolarmente meritevoli.

Sono stati trattati altri argomenti quali la redazione di un volantino sulla doppia cittadinanza, la realizzazione di un’applicazione “primi passi in Germania”, la stesura di una guida primi passi per imprenditori e per la terza età. Si è evidenziata la necessità di un incontro annuale a Berlino coi cittadini italiani residenti in Germania ed attivi in politica a più livelli.

Il Com.It.Es. di Dortmund ha realizzato un volantino sull’offerta bilingue nella sua circoscrizione consolare, dove sono menzionati anche gli indirizzi degli insegnanti dei corsi di lingua e cultura. Il Presidente chiederà alla Presidente di Dortmund Rossi come hanno ottenuto tali indirizzi e l’autorizzazione per la pubblicazione. Infatti, i vari tentativi di reperire queste indirizzi attraverso il consolato non sono per ora andati a buon fine.

 

Sorrentino, riguardo al tema terza età, sottolinea come vi siano casi di solitudine ed abbandono. A Ehrenfeld c’è un centro per anziani gestito dalla Caritas con una pagina internet in italiano, dove viene menzionata una collaborazione con il Consolato. Il Consolato non è però informato su tale collaborazione. Sorrentino propone di prendere contatto assieme al Consolato con questa struttura per anziani e verificare la possibilità di concretizzare tale collaborazione.

 

 

3.4 Riguardo all’incontro con la cittadinanza a Düsseldorf su tema “il sistema pensionistico” del 21.09.2017.

Bartolotta e Laudani riportano brevemente gli sviluppi della serata a cui hanno partecipato in quanto relatori. La partecipazione è stata numerosa. La diversità di esperienza e provenienza del pubblico si è percepita anche nella varietà delle tematiche e domande che sono state affrontate. Si è evidenziata la presenza di una nuova migrazione italiana impegnata ed interessata, messa in rete attraverso i media sociali.

 

3.5 Onorificenza “Stella al merito del lavoro 2018 “

Il Presidente invita a ricercare attivamente candidature per questa onorificenza da presentare entro il 30 novembre.

 

4. Interpellanze

4.1. Riguardo alle richieste di finanziamento integrativo, cap.3103, per l’anno 2017;

Sono state presentate le richieste di finanziamento integrativo per i seguenti progetti: campagna doppia cittadinanza, pagina internet e social media del Com.It.Es., incontri con la cittadinanza nella circoscrizione consolare. Si attendono comunicazioni da parte dell’amministrazione italiana al riguardo.

 

4.2 Guida alla tassa del culto;

Viene presentata la guida alla tassa del culto in Germania redatta dal Com.It.Es. di Monaco. Il Com.It.Es. di Colonia decide di prendere parte alla pubblicazione di tale guida.

 

4.3 Data e orario prossima Assemblea

La prossima riunione viene fissata per venerdì il 1 dicembre alle 18:00.

 

5. Varie ed eventuali

Il Presidente presenta la nuova pagina internet e Facebook del Com.It.Es.

Del Favero informa che dal 19 al 21 ottobre a Brüssel, presso il parlamento Europeo, si terrà la riunione continentale del CGIE.

Il Presidente chiude la riunione alle ore 21.30.

 

La segretaria

Antonietta De Francesco

­
Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
More information Ok