Comitato degli italiani all'estero
Circoscrizione consolare di Colonia

Pfälzer Str. 17, 50677 Köln |  0221 9320380
Lunedì 17 - 20 Martedì 15 - 18

"Per tutelare e promuovere la comunità italiana"

Imposte sui redditi di capitale in Germania ed Italia 

Informativa indirizzata a coloro che hanno la residenza fiscale in Germania e che sono soggetti di imposte sul reddito (Einkommenssteuer).

A partire dal 2009 la tassazione su dividendi ed interessi percepiti avviene in forma universale in base ad aliquota fissa del 25%. Ciò vale in linea di massima anche per i pagamenti di interessi e dividendi in presenza di investimenti stranieri, cioè percepiti da investimenti in Italia. Per esempio, se un italiano, residente da lungo tempo in Germania, tenesse un deposito presso una banca italiana, i guadagni del deposito italiano dovranno essere tassati anche in Germania, nonostante i cespiti sono già stati soggetti di tassazione in Italia! E viceversa, ovviamente, ovvero nel caso in cui un tedesco fosse residente in Italia. In via di massima, la tassazione non dipende però dalla cittadinanza. Il fatto decisivo è che gli introiti del capitale risalgano ad un investimento straniero. Ora, per salvaguardare gli interessati da una doppia imposizione fiscale, vi sono tra Italia e Germania particolari regolamenti, in particolare l’accordo sulla doppia tassazione, che annualmente vengono aggiornati. Per i cespiti percepiti nel 2016:

1. È imputabile soltanto la tassa straniera che è stata stabilita e pagata, e per la quale non è stata concessa alcuna agevolazione.

2. In Italia, alcune forme di investimento – tra l’altro mutui statali, titoli obbligazionari di banche italiane e società quotate in borsa- sono esonerate dalle imposte italiane-.

3. Secondo il decreto legislativo D.I 66/2014, l’aliquota in Italia è stata innalzata per dividendi ed interessi dal 20% fino al 26% a partire da Luglio 2014. Dovrà essere verificato se il Suo investimento di capitale è stato direttamente interessato.

4. In base all’accordo italo-tedesco circa la doppia tassazione, nell anno 2016 le imposte italiane sono imputabile all`imposta tedesca nella misura del 15% per dividendi e al 10% per interessi.

5. Se non dovessero risultare in Italia alcune ritenute di imposte per interessi e dividendi, sarà da verificare se un’imputazione verrà del tutto annullata.

6. Se a causa di ristrette imputazioni si giunge ad una vera e propria doppia imposizione fiscale e ad un sovraccarico, sarà da verificare se, rispetto alla ritenuta alla fonte straniera, potrà essere richiesto un risarcimento pari alla differenza dal Fisco italiano.

Avete ulteriori domande? Siamo lieti di consultarci con Lei assieme ai nostri soci collaboratori, ai diversi studi commerciali in Italia e Germania.

Gian Luca Pagliaro, Rechtsanwalt Köln

­